Architettura per il sole.

La casa a Bigorio con quella di Hofstteten fanno parte delle prime case solari in Svizzera, costruzioni che sfruttano completamente l'energia solare, fino ad essere praticamente autosufficiente. Energia solare utilizzata sia mediante la tecnologia sofisticata dei collettori solari e della pompa termica, sia mediante la corretta progettazione dei volumi esterni, degli spazi interni e della struttura costruttiva: energia attiva e energia passiva.

Progetto premiato anche per il rapporto fra materiali e elementi tecnologici che gli conferiscono il suo aspetto Neo-tecnico. Costruzione innovativa sia dal punto di vista energetico che ambientale. 

L'abitazione è immaginata come una scatola per captare i raggi solari, interamente vetrata verso Sud, mentre le altre facciate sono caratterizzate da una buona isolazione e piccole aperture. 

A differenza dei collettori piani, le le pareti e i soffitti in muratura e in calcestruzzo armato fungono direttamente quale magazzino per l'energia: in altre parole non esistono perdite energetiche.

Sono stati evidenziati verso l'esterno i volumi dell'edificio, mentre le parti a funzione energetica sono risolti in modo leggero e non integrate nei volumi della costruzione.

Dati

Committente . privato

Progettisti: arc. Martin Wagner, arc. Martin Schmidt

 

Sorveglianza sul cantiere: Norbert Matter, Bigorio.

Statica: ing. Luigi Pedrazzini, Lugano.

Tecnica solare: ing Peter Hasler, Reinach

Premi:     Energiesparende Gebäudesysteme in der Schweiz

Riviste: